Inserire nel campo sottostante una parola qualsiasi per effettuare una ricerca all'interno di tutte le citazioni presenti. Utilizzare caratteri standard per far si che la ricerca sia il più possibile precisa.
RICERCA
Per effettuare una ricerca in base ad una specifica area del corpo (bocca, mani, ecc) o struttura della pelle (peli, unghie, ecc) è sufficiente selezionare l'area interessata facendo un clic con il mouse sulle due silhouette umane posto qui di lato
"Dalla punta delle loro dita nascevano i tralci pieni di grappoli, e anche in testa avevano, per capelli, viticci, foglie e grappoli. ("Una storia vera I" pag. 259)"
AUTORE: Luciano
TITOLO OPERA: Racconti fantastici
EDITORE: Garzanti
ANNO EDIZIONE: 1995
CATEGORIA: Mani
"Gliela estrasse poi dalla mano il valoroso Agenore, e gli fasciò la mano con lana intrecciata di pecora, quella della fionda, che uno scudiero porgeva a lui, pastore di genti."
AUTORE: Omero
TITOLO OPERA: Iliade
EDITORE: BUR Classici Greci e Latini
ANNO EDIZIONE: 1996
CATEGORIA: Mani
"Dette allora un gemito e si batteva le cosce con le palme aperte e diceva piangendo: non posso più Euripilo, per quanto tu ne abbia bisogno, restare qui con te"
AUTORE: Omero
TITOLO OPERA: Iliade
EDITORE: BUR Classici Greci e Latini
ANNO EDIZIONE: 1996
CATEGORIA: Mani
"Conosco già il tuo sapore / conosco l'odore della tua mano / signora della paura, / signora della fine."
AUTORE: René Daumal
TITOLO OPERA: La pelle del fantasma
EDITORE: Via del Vento
ANNO EDIZIONE: 2007
CATEGORIA: Mani
"Un giorno, mentre stava seduta presso una fontana d'acqua limpidissima, dove veniva spesso a piangere la sua misera sorte, le saltò in capo di specchiarvisi dentro, e l'orribile pelle d'asino, che le serviva da cappello e da vestito, la spaventò. Vergognandosi di trovarsi in quello stato, si lavò ben bene il viso e le mani, che diventarono bianche più dell'avorio, e il suo bel carnato riprese la freschezza di prima. Il piacere di vedersi così bella le fece entrar la voglia di bagnarsi, e si bagnò: ma dopo, per tornare alla fattoria, le convenne rimettersi addosso la solita pellaccia. (Fonte: it.wikisource.org/wiki/Pelle_d%27asino )"
AUTORE: Carlo Collodi
TITOLO OPERA: Pelle d'asino
EDITORE:
ANNO EDIZIONE:
CATEGORIA: Mani
"Indovinate ora voi chi rimase più meravigliato di tutti? Fu il Re e la Regina, furono tutti i ciamberlani e i grandi della Corte, quando videro uscir fuori di sotto a quella pelle nera e bisunta, una manina delicata, bianca e color di rosa, dove l'anello senza molta fatica poté infilarsi nel più bel ditino del mondo; quindi per un leggero movimento fatto dall'infanta, la pelle cadde, ed ella apparve di una bellezza così abbagliante, che il Principe, sebbene ancora molto debole, si gettò ai suoi piedi e l'abbracciò con tanto ardore, che la fece arrossire. (Fonte: it.wikisource.org/wiki/Pelle_d%27asino )"
AUTORE: Carlo Collodi
TITOLO OPERA: Pelle d'asino
EDITORE:
ANNO EDIZIONE:
CATEGORIA: Mani
"Mi prese l'arto scuro e macilento con la sua mano bianca e grassa ed esaminò le escoriazioni, "È psoriasi, niente di più. Una malattia della pelle. Non è grave" decretò."
AUTORE: Fadia Fakir
TITOLO OPERA: Un tè alla salvia per Salma
EDITORE: Guanda
ANNO EDIZIONE: 2007 trad
CATEGORIA: Mani
"Se avesse avuto mani più grosse sarebbe stato un sosia perfetto di Svlatoslav Richter, il pianista. Il peso di quelle sue mani, quando Richter va verso il pianoforte, è tale che gli tira giù le braccia dalle maniche della marsina così che gli arrivano parecchio sotto le ginocchia."
AUTORE: Saul Bellow
TITOLO OPERA: Ne muoiono più di crepacuore
EDITORE: Arnoldo Mondadori editore
ANNO EDIZIONE: 1988
CATEGORIA: Mani